Stampa Pagina

Erboristeria e fitoterapia

La Farmacia Ceschia presenta un’ampia scelta di prodotti erboristici, fitoterapici, fiori di Bach ed integratori alimentari naturali tale da soddisfare ogni necessità.
I nostri collaboratori saranno a vostra disposizione per consigliarvi ed assistervi nella scelta dei prdotti più a datti alle vostre necessità.

L’erboristeria è un’antica arte che si occupa della conoscenza delle piante (erbe, piante medicinali, officinali, aromatiche e spezie), della loro coltivazione, raccolta, conservazione e commercio a scopi terapeutici (fitoterapia, galenica tradizionale), cosmetici o nutritivi.E’ la più antica espressione della medicina dell’uomo basata sull’utilizzo di piante medicinali a scopo terapeutico.Sin dalla notte dei tempi le erbe venivano raccolte e preparate per sostenere il benessere e la salute dell’uomo.
Inoltre, la loro presenza all’interno di antiche tombe è un indizio che a loro venivano attribuiti poteri magici e soprannaturali: in Iraq, all’interno di un sarcofago di 60.000 anni fa si trovarono 8 diverse piante medicinali e ancor oggi gli sciamani dell’Amazzonia e i guaritori della Steppa assumono costantemente allucinogeni (ad esempio l’ Amanita muscaria), preparano decotti, impacchi, unguenti e pozioni per curare i malati. La conoscenza riguardo i trattamenti era trasmessa da una generazione all’altra. Fu nel 3.000 a. C. che comparvero i primi scritti; il più antico è il Papiro Ebers che elenca molte piante, consigli per un loro utilizzo adatto, incantesimi e magie. Nel quarto secolo a.C. Aristotele sosteneva che le piante possedevano un’anima; fu con Ippocrate (460 a.C.) che la scienza cominciò a separarsi dalla magia. Col passare dei secoli il fiorire del commercio portò la ricchezza di nuovi studi e nuove conoscenze.

Erboristeria tradizionale
L’erboristeria tradizionale era prerogativa delle casalinghe.Esse coltivavano spezie ed erbe medicinali nei loro orti o le raccoglievano allo stato selvaggio. Le usavano fresche o le conservavano seccandole; oppure estraevano le sostanze mettendole in infusione in vino o grappa. Preparazioni galeniche sofisticate venivano preparate da persone specializzate o farmacisti. I loro fornitori erano erboristi che per lo più raccoglievano erbe allo stato selvatico. Oggigiorno, l’erboristeria tradizionale è considerata un passatempo per persone affascinate dalla botanica, per salutisti, “verdi” e altri gruppi. Per molti è anche un nostalgico folclorismo.

Erboristeria moderna
L’ Erboristeria moderna nel corso dell’industrializzazione sociale, è stata modernizzata. La raccolta selvatica d’un tempo è stata sostituita da coltivazioni agricole specializzate in erbe e medicinali.

Fornivano e forniscono i loro prodotti alle industrie:

* alimentari,
* cosmetiche,
* erboristiche e
* farmaceutiche

L’industria li elabora in:

* integratori alimentari,
* prodotti salutistici,
* cosmetici,
* prodotti erboristici e
* fitoterapici
* farmaci

La legislazione attuale considera le fitomedicine farmaci a tutti gli effetti, infatti sono diverse le patologie che possono essere curate mediante il loro utilizzo. Occorre però ricordare che non tutto ciò che è “naturale” è sano e fa bene. In generale la corretta somministrazione di fitoterapici non presenta rischi di tossicità, ma possono verificarsi effetti collaterali per interazione tra prodotti naturali e farmaci che il paziente sta già assumendo. Ci sono, infatti, droghe sconsigliate durante la gravidanza o l’allattamento, in soggetti affetti da ipertensione arteriosa o in terapia con anticoagulanti. Per questi motivi le prescrizioni vanno fatte solo da professionisti della salute cioè il medico e il farmacista. I prodotti trattati dalla Farmacia Ceschia sono molteplici e delle migliori marche che vi saranno consigliate dal nostro personale qualificato in base alle vostre esigenze.

La fitoterapia si basa sulla somministrazione di piante medicinali e quindi dei principi attivi in esse contenuti, a scopo terapeutico.
La parola (cura per mezzo delle piante) deriva dal greco phyton (pianta) e therapeia (cura).
Le cellule delle piante in effetti riescono a sintetizzare moltissime sostanze utili a scopo terapeutico, alcune delle quali molto complesse e ancora sconosciute.
Le preparazioni fitoterapiche agiscono in virtù della presenza di principi attivi come flavonoidi, tannini, alcaloidi, oligoelementi. Spesso si ricorre all’uso di fitocomplessi, un’insieme di principi attivi che agiscono in maniera complementare potenziandosi reciprocamente, evitando gli effetti di tossicità e di assuefazione dei farmaci tradizionali.
La corretta somministrazione dei fitoterapici infatti non presenta rischi di tossicità, tuttavia e’ necessario il rispetto delle dosi prescritte perché alcuni principi attivi che, in piccole dosi hanno funzioni stimolanti o sedative, in dosi maggiori possono rivelarsi tossici.
La ricchezza di sostanze prodotte e il ridotto rischio di tossicità delle piante medicinali costituiscono i principali vantaggi della fitoterapia. La fitoterapia può inoltre essere utilizzata come complemento di altre terapie.
La fitoterapia è molto utile per il “drenaggio”, una tecnica terapeutica per l’eliminazione delle tossine e dei prodotti del ricambio cellulare che si effettua mediante la la somministrazione di piante medicinali attive sugli organi emuntori (cute, polmoni, fegato, reni, intestino).

I FIORI DI BACH

Nel 1928 il medico omeopatico inglese Edward BACH (1886-1936) creò un metodo di cura naturale basato su delle particolari varietà di fiori selvatici.
Bach partì dal principio che la personalità del paziente è più importante dei sintomi fisici poiché la malattia nasce da conflitti di natura psichica e può essere guarita solo se si risolvono questi conflitti. Per guarire il corpo occorre dunque curare la mente. La prescrizione del rimedio floriterapico non va fatta quindi in base ai sintomi fisici, ma sulla base del difetto emozionale individuato nel paziente considerando l’individuo nella sua globalità psicofisica.
La guarigione esige perciò una crescita interiore del paziente.
È un metodo di cura che non ha alcuna controindicazione né effetti collaterali, e che può essere associato ad altre terapie. Rappresenta inoltre un utile contributo nella cura delle malattie psicosomatiche e nelle nevrosi.
Bach individuò le differenti condizioni psicologiche causa di malattia e trovò per ognuna un rimedio specifico.
Studiò 12 fiori che battezzò “i dodici guaritori”:

  1. Roch Rose (eliantemo): per combattere il terrore;
    2. Mimulus (mimolo giallo): per la paura;
    3. Cerato (piombaggine): per la sfiducia in se stessi;
    4. Sclerantus (scleranto): per l’indecisione;
    5. Gentian (genziana): per lo scoraggiamento;
    6. Centaury (cacciafebbre): per la debolezza;
    7. Water Violet (violetta d’acqua): per la solitudine;
    8. Impatiens (balsamina): per l’impazienza;
    9. Agrimony (eupatoria): per la tortura mentale;
    10. Chicory (cicoria): per l’invadenza;
    11. Vervain (verbena): per l’eccessivo entusiasmo;
    12. Clematis (vitalba): per l’indifferenza.

Ogni situazione emozionale negativa presenta però vari aspetti e quindi aggiunse sette “aiuti” e diciannove “assistenti”. I rimedi arrivarono così a 38+1, il Rescue Remedy.

I sette aiuti:
1. Gorse (ginestrone): per chi è scoraggiato o disperato;
2. Heather (erica, brugo): per chi non sopporta la solitudine;
3. Oak (quercia, rovere): per chi è schiavo del lavoro;
4. Olive (olivo): per chi ha molto sofferto e si disinteressa delle cose presenti;
5. Rock Water (acqua di roccia): per l’intransigente che si preoccupa delle cose altrui;
6. Vine (vite): per chi, molto sicuro di sé, vuol fare il “missionario” in casa altrui;
7. Wild Oat (avena selvatica): per chi è ambizioso e soffre di incertezza sul da farsi.

I diciannove assistenti:
1. Aspen (pioppo tremulo): per la paura ossessiva;
2. Beech (faggio rosso): per chi è intollerante e ipercritico;
3. Cherry Plum (visciola): per coloro che hanno una paura folle;
4. Chestnut Bud (boccioli di ippocastano): per chi sbaglia sempre;
5. Crab Apple (melo selvatico): per chi trova in sé qualcosa di poco pulito;
6. Elm (olmo inglese): per lo scoraggiamento ingiustificato;
7. Holly (agrifoglio): per i pensieri cattivi verso gli altri;
8. Honeysuckle (caprifoglio): per chi vive nel passato;
9. Hornbeam (carpino bianco): per l’incertezza;
10. Larch (larice): per la paura di sbagliare e lo scoraggiamento;
11. Mustard (senape selvatica): per la malinconia o la disperazione;
12. Pine (pino): per chi è autocritico, perfezionista, complessato;
13. Red Chestnut (ippocastano rosso): per l’ansia per gli altri;
14. Star of Bethlehem ( latte di gallina): per chi è in pena per brutte notizie;
15. Sweet Chestnut (castagno dolce): per chi vede tutto nero;
16. Wild Rose (rosa selvatica): per la rassegnazione;
17. Willow (salice giallo): per chi non si rassegna alla propria condizione e si dispera.
I 38 rimedi sono classificati secondo sette principali stati d’animo negativi:

  1. paura;
    2. insicurezza;
    3. insufficienza di interesse per il presente;
    4. solitudine;
    5. eccessiva sensibilità alle influenze e alle idee;
    6. scoraggiamento o disperazione;
    7. eccessiva cura per il benessere altrui.

I SALI DI SCHUSSLER

Nel caso dei sali di Schüssler si tratta di preparati omeopatici, acquistabili quali medicinali omeopatici presso la farmacia.
I sali di Schüssler non sono sostanze minerali usuali, come quelle presenti negli alimenti e nelle sostanze alimentari aggiuntive. Non si tratta dunque di compensare delle carenze quantitative mediante il sale di Schüssler, ma di utilizzare le singole cellule di sostanze minerali presenti nel sangue. Con il dosaggio giusto con questi sali si puo` anche dimagrire. E . . . combattere le rughe !
I minerali recepiti dall`organismo mediante gli alimenti servono da elementi costitutivi e fungono da base minerale per la costruzione del corpo e i processi di metabolismo.
Le sostanze minerali del Dr. Schüssler si possono denominare „sostanze funzionali”. I sali di Schüssler hanno effetto regolativo ed aiutano a rendere piu` preziosi gli elementi costruttivi per le cellule. Il potenziamento porta con se` che le sostanze minerali possano entrare meglio nel sangue mediante la mucosa della bocca. In questo modo esse sono disponibili piu` rapidamente e possono compensare i disturbi dell`armonia tra l`ambiente interno delle cellule e degli spazi tra le cellule.
I sali di Schüssler potenziati raggiungono molto bene la zona di effetto all`interno delle cellule, assumendo inoltre un ruolo di trasmettitore di energia e di informazione che nel corpo favoriscono una ricezione accelerata del sale minerale mancante.
La sostanza portante nel caso delle pasticche e` lo zucchero latteo, in cui il potenziamento comporta D6 e D12, livelli relativamente bassi.
Nel caso di sali Schüssler si tratta esclusivamente di sostanze presenti nell`organismo umano. Anche in forma di gocce in caso di intolleranza al lattosio.
La salute puo` essere solo mantenuta e le malattie solo curate in modo duraturo o migliorate, se l`organismo diventa capace di adattarsi alle condizioni diversificate e di reagire in modo adeguato ad esse.
Questa verita` sta alla base della medicina regolativa.
Il presupposto per poter reagire in modo adeguato risulta comunque una biochimica intatta delle cellule e delle sostanze intracellulari (interstitium). La caratteristica dell`interstitium risulta di determinante importanza per la funzionalita` delle cellule, degli organi e dell`organismo in generale. Le sostanze minerali secondo il Dr. Schüssler sviluppano il loro effetto in qualita` di sostanza funzionale agente sulle membrane delle cellule e all`interno delle cellule, ma anche all`interno dell`interstitium.
I sali minerali sono un tipo di therapeuticum basilare. Essi servono per migliorare la trasmissione di informazioni l`eliminazione di blocchi, il miglioramento del metabolismo delle cellule e l`incremento del potenziale, dell`effetto di prodotti omeopatici e allopatici, la regolazione della gestione degli acidi e delle base e la deacidificazione e l`attivazione del sistema immunitario.
I sali di Schüssler hanno 12 strumenti principali e 12 additivi.
Nel caso di malattie leggere e passeggere e disturbi Lei puo` assumere i sali di Schüssler per alleviare i sintomi e favorire la guarigione.

I 12 Sali

Calcarea Fluorica

* Dove: superficie dell’osso, tendini, smalto dentario, parete dei vasi sanguigni,tessuti cutanei, cristallino dell’occhio
* Descrizione: La carenza di fluoro provoca una perdita di elasticità dei tessuti che può arrivare a ispessimenti, irrigidimenti e perdità di elasticità. Frequenti sono quindi le deformazioni delle articolazioni, rughe, prolassi, ptosi, distorsioni articolari, riduzione del tono muscolare, retrazioni tendinee, duroni e varici. Durante la gravidanza può favorire il buon funzionamento dell’organismo e aiutare a prevenire le smagliature, dare sostegno a i denti, migliorare la funzionalità dei vasi per contrastare la foramzaione di varici ed emorroidi. Al momento del parto facilita la dilatazione del canale del parto ed il ritorno elastico dei tessuti nel periodo successivo.
* Se è assente: problemi vascolari, lassità legamentaria, carie, cataratta, callosità duroni, screpolature e fissurazioni della pelle, sensibilità al freddo, aterosclerosi, emorroidi, flebiti, distorsioni, nodosità artritiche, lipomi, noduli, pelle ruvida.
* Modalità: Migliora con il caldo ed il massaggio e si aggrava con il freddo, l’umidità, variazioni climatiche, riposo, manipolazioni
* Indicato per: carie ossee, prolassi, ptosi, cheloidi, cataratta, lombaggini aggravate dal freddo

Calcarea Phosporica

* Dove: in tutti i tessuti, conferisce rigidità allo scheletro
* Descrizione : E’ il primo costitiuente dell’apparato osseo e di conseguenza la sua carenza può andare dalla comunissima osteoporosi, ai rallentamenti della crescita, alle contrazioni muscolari. E’ il sale più abbondante del corpo umano, utile in caso di anemie e perdità di liquidi. Agisce anche sul sistema nervoso con effetto sedativo, migliorando anche il sonno. Viene utilizzato per abuso di alimenti acidi
* Modalità: migliora con il caldo secco ed il movimento mentre peggiora con il freddo, l’abbassamento ell atemperatura, l’umidità, i cambiamenti di tempo, dopo aver mangiato, dopo aver assunto tabacco
* Se è assente: turbe della crescita, problemi di resistenza dei tessuti e della solidità dello scheletro, disturbi della circolazione, diarrea, anemia, chiusura ritardata ritardata delle fontanelle, prurito, ritardo dentizione
* Indicato per: crescita dentaria lenta, rachitismo, fontanelle, affezioni croniche delle mucose, fratture, eczema con desquamazione bianco gialla. Si può usare per corizza, bronchiti, tracheiti, gastriti, leucoree se hanno caratteristiche di cronicità.

Calcarea sulfurica

* Dove: bile, tessuto congiuntivale
* Descrizione: Serve per risolvere qualsiasi processo purulento, anche cronico e lento a guarire, purchè questo presenti una via d’uscita. Stimola il metabolismo favorendo la coagulazione del sangue. E’ il primo sale per i globi oculari, le mucose nasali, buccali e della gola, la vescica, l’esofago e lo stomaco
* Se è assente:Catarro cronico, lento a guarire, rinite con secrezioni, acne, piaghe con difficile guarigione, ulcere croniche, secrezioni purulente dall’occhio ( la suppurazione deve avere un tragitto aperto)
* Modalità: Migliora con il caldo secco e peggiora con le variazioni atmosferiche e dopo essersi bagnati e con l’acqua
* Indicato per: suppurazioni prolungate, ascessi, fistole, congiuntiviti, sinusiti, suppurazioni aspecifiche, paura della folla, paura dell’avvenire e delle malattie, astenia marcata, congiuntiviti

Ferrum Phosphoricum

* Dove: sangue, organi ematopoietici
* Descrizione: E’ il sale fondamentale nella prima fase dell’infiammazione con associato color rosso vivo. Quindi utilissima nelle patologie invenali come tonsilliti, otiti con dolore lancinante, rinitisecche.Ha azione antipiretica ed agisce sulla febbre fino ai 39°C, senza sopprimerla, ma risolvendo le cause. Ativa le difese immunitariecontro patogeni e sostanze tossiche. E’ il primo rimedio per slogature, ferite. contusioni con dolore pulsante e sincrono con il battito cardiaco
* Se è assente: stasi venosa, flebiti, costipazione cronica, pallore del volto, perdita di tonicità muscolare, vomito di cibo indigerito, bronchite, otiti dolorose, enuresi, anemia, flogosi acuta
* Modalità: Migliora con il freddo ed il riposo mentre peggiora con il calore ed il movimento
* Indicato per: processi infiammatori, stati febbrili con febbre sotto 39°, insolazioni, cefalee da congestione ematica, odontalgie, tonsilliti, tossi spasmodiche, gastriti, contusioni, slogature

Kalium muriaticum

* Dove: quasi tutti i tessuti, muscoli, cellule nervose, sangue
* Descrizione: E’ il sale della seconda fase dell’infiammazione che si presenta tipicamente con secrezione di muco biancastro, vischioso ed eaderente che vanno dalle secrezioni delle congiuntiviti,alle vaginiti con leucorrea, all’emissione di urine abbondanti e chiare. Si possono riscontrare gonfiori a carico delle articolazioni, dei linfonodi o desquamazioni biancastre della pelle, muco bianco nelle feci con stipsi e difficile digestione dei cibi grassi o molto elaborati
* Se è assente: essudati, tendenza alle infiammazioni con secrezioni vischiose
* Modalità: Migliora con il calore e le bevande fredde mentre peggiora con i cibi grassi o molto elaborati ed il rumore
* Indicato per: eczemi, eruzioni cutanee con desquamazione polverulenta, dissenteria, cistiti, leucoree, blefariti, rosolia, micosi cutanee o unguali, varicella, verruche, stipsi anche con cefalea, feci ipocromiche per carenza di bile, gastrite con produzione di catarro pallido

Kalium phosphoricum

* Dove: cellule nervose, cervello, sangue, muscoli
* Descrizione: E’ il sale per tutti gli squilibri a carico del sistema nervoso o del cuore. Può essere utile in tutti i casi di astenia psichica o fisica fino alla depressione anche associata a fobie, angoscia, tristezza. E’ preferibile assumerlo sempre non più tradi delle 5 del pomeriggio questo per la sua azione stimolante e nel caso ai diversi squilibri emotivi sia accompagnata insonnia sostituire questo sale con calcio fosfato. Ha un amarcata azione antipiretica quando la febbre supera i 39°C oppure quando all’iperpiressia si associano sintomi neurologici come delirio, apatia o convulsioni. Protegge i tessuti dalla necrosi e dalla sepsi ed è quindi un importante auito nelle malattie infettive in genere. Può aiutare le patologie interessate da paralisi muscolare con profonda astenia.
* Se è assente: depressione, ansietà, senso di vuoto nello stomaco, crampo dello scrivano, spasmo della glottide, Rosolia scarlattina, orticaria, pavor nocturnis dei bambini, fobie, tristezza, ipocondria, febbre oltre i 39°C
* Indicato per: esaurimenti nervosi, spossatezza fisica, vertigini, prostrazione, spasmi, paralisi, processi infiammatori con temperatura superiore a 39°, vertigini, pianti

Kalium Sulfuricum

* Dove tegumenti, sangue, midollo spinale, cervello, muscoli
* Descrizione:E’ indicata per la terza fase dell’infiammazione, caratterizzata da secrezioni gialle, purulente ed abbondanti delle mucose edesquamazioni cutanee. Spesso chi ha bisogno di quetso sale è colpito da freddolosità intensa e profonda astenia e tuuti i suoi disturbi tentono ad aumentare in ambienti chiusi o molto affollati. Favorisce l’eliminazione dei cataboliti tossici. Aiuta nei casi di prurito notturno ( legato a processi di eliminazioneintensa)
* Se è assente alternanza di eccitazione e depressione, desquamazione della pelle con notevoli croste, catarro nasale con abbondante secrezione giallastra, fame d’aria, sinusite, forfora, psoriasi, congiuntiviti purulente soprattutto nel neonato, convalescenza
* Modalità: Migliora con l’aria fresca ed il clima asciutto e peggiora in ambienti riscaldati e chiusi e alla sera
* Indicato per affezioni cutanee, corizza, infezioni oculari, faringiti, laringiti, nevralgie, reumatismi, gotta, convalescenza

Magnesia Phosphorica

* Dove: sangue, tessuti ossei, midollo spinale, cervello
* Descrizione: E’un regolatore del sistema nervoso e neurovegetativo che risulta utile nel caso di spasmi violenti e molto dolorosi ed essendo in grado di legare i gas ammoniacali risulta un ottimo aiuto in caso di flatulenza o gonfiori dolorosi addominali. essendo un componente del tessuto osseo può contribuire ad alleviare i dolori della crescita.
* Se è assente: crampi, convulsioni,dolori folgoranti
* Indicato per: spasmi della cistifellea, coliche epatiche, tosse convulsa, dolori mestruali spasmodici, dolori addominali, mestruo doloroso, palpitazioni, crampi gastrici, diarrea, rigurgito, spasmo broncjiale, spasmo laringea, singhiozzo, blefarospasmo . Meglio se assunto con poca acqua calda
* Modalità: migliora con il calore, la presione e il piegamento del busto mentre peggiora con il freddo e le corenti d’aria ed il tatto

Natrum muriaticum

* Dove: liquido intercellulare
* Se è assente: disidratazione, dimagrimento, tristezza, pianto inconsolabile, perdita della memoria, sensibilità al freddo
* Descrizione: E’ il sale del metabolismo dei liquidi e la sua scomparsa è segnalata da una profonda secchezza. E’ quindi il sale indispensabile incaso di riniti secche e mucose disidratate, come all’inizio dello stato influenzale, o come le mucose vaginali durante il periodo della menopausa. Una caratteristica particolare può essere l acaratteristica dell’alvo alternante
* Indicato per: eruzioni cutanee con essudato chiaro, cataratta, rinofaringiti, diarrea acquosa, affezioni febbrili con sete e lingua secca, febbri intermittenti, Fecalomi, salivazione eccessiva, ritardo mestruale nei soggettigiovani, secchezza vaginale, tosse secca, eczema secco, forfora, tendenza all’orticaria, bocca e gola secche, labbra secche e fissurate
* Modalità: migliora lalla sera e peggiora al mattino, in atmosfera salata, con il calore e in fase mestruale

Natrum phosphoricum

* Dove: globuli rossi, cervello, tessuto muscolare
* Descrizione: E’ il sale dell’eliminazione degli acidi organici ed essendo legato all’equilibrio acido-base dell’organismo è utile per i poblemi gastrici eintestinali. Chi necessita di questo sale ha sudore acido e irritante e maleodorante. E’ anche considerato il rimedio per coadiuvare nelle malattie psichiche e a disagi mentali
* Modalità: migliora di giorno e peggiora con il tempo umido, con l’asunzione di cibi grasi, con l’assunzione di saccarosio, con lo sforzo fisico, il rumore e la luce intensa
* Se è assente: psoriasi, acido urico, artriti, litiasi
* Indicato per: raffreddore di testa, tonsilliti, gastralgie da ingestione di grassi, calcoloso biliare, infiammazioni ghiandole mammarie

Natrum sulfuricum

* Dove: liquidi intercellulari,
* Descrizione: Agisce sull’equilibrio dei liquidi organici determindo la fuoriuscita di acqua dalle cellule e quindi i sintomi della sua necesità sono tutti quelli colegati con un’eccessiva ritenzione idrica cellulare. Quindi sarà di giovamento per gli edemi in generale e per gli eczemi umidi
* Se è assente: ritenzione idrica,
* Indicato per: vomito biliare, diarree biliari, coliche flatulente, diabete mellito, febbri intermittenti, ritenzione urinaria, cellulite, ritenzione idrica, segno dell’anello, emicrania,a sma umida con espettorazione verdastra e abbondante, disturbi secretivi con eccesso di acidi biliari
* Modalità: migliora con il clima caldo e secco e peggiora con il clima umido, vicino all’acqua, mangiando l pesce e alla mattina

Silicea

* Dove: Tessuto connettivo, osa, pelle, denti, unghie, pancreas, cuore
* Descrizione: E’ il sale di tutti i tessuti del corpo e conferisce durezza e sostegno a tutti i tessuti, favorendo la crescita, la riparazione dei tessuti, Nei soggetti che necessitano di questo sale è facile trovare cute sottile, malsana, alopecia, unghie deboli. Regola la sudorazione e l’eliminazione delle tossine. Il suo utilizzo favorisce la soluzione di diverse patologie virali influenzando positivamente il sistema immunitario. E’ utile per processi cronici suppurativi e a lenta risoluzione. A livello psichico i soggeti sono nervosi e ipersensibili
* Se è assente: malattie a decorso lento, croniche degenerative
* Modalità: migliora con il calore e peggiora di notte, al mattino, con i piedi fredi,all’aria aperta e fredda
* Indicato per: rachitismo, carie ossee, infiammazioni del periostio e del midollo osseo, fistole, foruncoli, deformazioni ungueali

 

Permalink link a questo articolo: http://www.farmaciaceschia.it/erboristeria-e-fitoterapia/